EMPATIA: UN ANTIDOTO

23 04 2009

CONTRO OGNI ODIO

 

L’ empatia è un sentimento quasi del tutto sconosciuto (e, ancora meno, manifestato) dalla stragrande maggioranza delle persone. Questo è il motivo principale per cui nascono incomprensioni, conflittualità singole e collettive, fino a trasformarsi in odio cieco che può sfociare in guerre irriducibili.

Chi abusa di donne e bambini, oltrechè essere “mentalmente deviato”, infligge loro anche del male fisico e psichico, oltremodo crudele. Perchè dimostra di non possedere minimamente il sentimento di empatia. Che, come si avrà modo di analizzare nel prosieguo, non è sinonimo di “buonismo”, ma presuppone essenzialmente la ricerca della conoscenza dell’altro (che può interessarci oppure no, ma che, in ogni caso, vale sempre la pena di verificare).

Il mondo è in un continuo stato di conflittualità, proprio a motivo della carenza totale di tale sentimento. L’uomo che arriva ad infliggere pene tremende ai propri figli, che giunge ad uccidere la propria moglie anche per futili motivi, fino ad arrivare all’estremizzazione del terrorismo, dei  conflitti tra nazioni: ecco a che cosa può condurre una carenza di empatia.

Ma, nella sostanza, che cos’è, chi è “costei”?

L’empatia

La parola deriva dal greco empateia, a sua volta composta da en (dentro) e pathos (sofferenza o sentimento). Veniva usata dagli antichi Greci per indicare il rapporto emozionale di partecipazione che legava l’autore-cantore al suo pubblico.

Nell’uso comune, empatia è l’attitudine a rivolgere la propria attenzione verso un’altra persona, mettendo da parte le preoccupazioni ed i pensieri personali nei suoi confronti. La qualità della relazione si basa sull’ascolto non valutativo, e si concentra sulla comprensione dei sentimenti e bisogni fondamentali dell’altro. Proprio per tale motivo bisogna conoscere, ancor prima che comprenderle, le ragioni dell’altro.

L’empatia si sarebbe sviluppata poichè mettersi nei panni dell’altro (per sapere che cosa pensa e come potrebbe reagire), costituisce un importante fattore di sopravvivenza in un mondo in cui l’uomo è in continua competizione con i propri simili. Può tramutarsi in un processo di comunicazione non violenta.

In sintesi, l’empatia è la capacità di comprendere cosa un’altra persona stia provando.

Analizziamo, brevemente, quali sono le caratteristiche salienti alla base di questo importante sentimento.

Il primo luogo, l’empatia consiste nella scoperta dell’esistenza dell’altro (non vivere solo di egoismo) e, di conseguenza, nello sforzarsi di comprendere quel che egli/lei sente o prova. Questo atteggiamento può sfociare in una vera nuova esperienza sociale. Viene, in tal modo, messa in contatto la ricchezza dell’esistenza degli altri accanto alla nostra, coinvolgendo fortemente chi la mette in atto, pur mantenendo netta la distinzione tra lui e gli altri.

L’empatia permette di immaginarsi il dolore che può sentire un altro, un estraneo con il quale posso anche dissentire o nel quale non mi riconosco affatto. Chiedendo, tuttavia, a me stesso il perché di determinati sentimenti senza che sia io a dare una risposta, ma andandone comunque alla ricerca. Si pensi quanto bene potrebbe produrre questo sentimento se solo chi commette un’azione nefanda (uno stupro, una brutalità contro un bambino, un atto violento di antisemitismo o di razzismo, ecc) riflettesse: ” E se quanto sto facendo accadesse a me?”

E’ un modo per scoprire la realtà di ciò che vive in un’altra persona e che, in un modo o in un altro, ci coinvolge. Si è, allora, sollecitati a comprendere anche le sue ragioni.

Presuppone la capacità di saper ascoltare, senza preconcetti e senza voler imporre la propria  visione agli altri. Tutto l’inverso di quello che accade ogni giorno (si sprecano gli esempi che ci propinano le televisioni, tutte, attraverso dibattiti politici e non): solo io ho ragione ed alzo la voce a più non posso per esprimerla, senza nemmeno ascoltarti (non dandoti neppure la possibilità di parlare).

E’ anche un modo razionale per integrare tra loro esperienze diverse. Per questo si fa leva sulla  facoltà di arrivare ad intuire ciò che prova l’altro. Ciò che è estraneo a noi, grazie all’empatia si trasforma in relazione, parola e , ancora una volta, ascolto. Con un ossimoro si potrebbe arrivare a dire addirittura il silenzio assordante dell’ascolto.

L’empatia è in grado di  eliminare l’ignoto tra due estranei. E’ il riconoscimento dell’altro. Questo sentimento permette di conoscere (accettandoli o rifiutandoli) i sentimenti dell’altro, partecipando agli stessi, immedesimandoci nel nostro interlocutore.

Si apre, tra due sconosciuti, un mondo in comune, pur nei limiti della propria individualità. Empatia significa immaginarsi l’esperienza dell’altro, acquisire un’assunzione di responsabilità verso l’altro, quale soggetto che soffre, gioisce, odia. Due differenti punti di vista possono trovare (solo se c’è la buona volontà) dei punti in comune.

L’empatia è una forza vitale positiva in quanto tale sentimento sollecita a sondare la vita che riguarda l’altro. Non sempre è necessaria la reciprocità. Anche nel caso in cui, preconcettualmente, questa non ci sia nella controparte, esiste sempre la possibilità che la stessa senta che l’interlocutore è interessato al suo destino. E’ un buon punto di partenza.

Termino questa breve disamina, facendo mia una riflessione di un carissimo amico, nonchè profondo studioso, Claudio Della Valle. La sua esperienza richiama concetti spesso espressi dalla cultura orientale.

E’ una riflessione [quella sull’empatia] che feci già molti anni or sono quando stavo per schiacciare una mosca che mi dava fastidio. Per un attimo mi sono identificato in quella mosca ed ho pensato forse in un tempo lontanissimo o anche ora, perché no?, io avrei potuto essere quella mosca o che una piccola parte di me potesse essere viva in lei pur non avendone ordinariamente coscienza. Come spiegare meglio di così il “senso” di empatia? Ogni essere, ogni cosa ha una sua specifica funzione nel mondo concreto. Tanto più le persone.

Un impegno a far sempre un maggior uso dell’empatia, potrebbe costituire un potente antidoto contro ogni odio.

Uno stupro, un abuso su un bimbo, una violenza su un invalido (che già soffre non poco per questa sua menomazione). Basterebbe sapersi “mettere nei loro panni” per sentire il male che viene loro inferto.

Ebrei ai forni! Quale abisso dell’animo umano, dell’Uomo! Chi bestemmia in tal modo, dovrebbe solo pensare che cosa proverebbe se, al posto di quegli Ebrei, ci fosse sua madre, suo padre, suo fratello, un suo figlio, un suo amico, lui medesimo. Costui dovrebbe sapere che solo per puro caso non è nato Ebreo, oppure negro, oppure un animale, e così via. Se costui è quello che è (per nascita) non è né merito né demerito suo. Rifletta semplicemente!

Due popoli che arrivano ad odiarsi profondamente, non a causa di un torto e di una ragione, ma a motivo di due ragioni, e per questo entrambi hanno già troppo sofferto, non vale forse la pena di cercare una soluzione alternativa per poter vivere in pace tutti e due? La vita su questa terra è una sola (soltanto alla morte non c’è rimedio).  Dell’altra vita nulla sappiamo. Possiamo unicamente  sperare e credere nella sopravvivenza … 

E’ forse un’Utopia pensare che “le persone” si rendano conto che così non si può andare avanti, che c’è il pericolo di “autodistruggersi” con le proprie mani? Io mi auguro fortemente che non lo sia. Sono, infatti, fermamente convinto che siamo ancora in tempo per “rinsavire”. Ma, per questo, è assolutamente necessario rompere gli schemi che non hanno funzionato. Senza, per questo,  dover nuovamente scomodare il solito Barack Obama (cui vanno riconosciute, peraltro, la grande personalità e la voglia, appunto, di cambiare) come fanno attualmente tutti quelli (e sono tanti) che non hanno idee proprie in proposito.

Errare humanum est, perseverare……

Che cosa pensano, in proposito, i lettori?

 

Bibliografia

[1] Enciclopedia WIKIPEDIA

Annunci

Azioni

Information

21 responses

28 04 2009
Evy

>>Che cosa pensano, in proposito, i lettori?

La sottoscritta lettrice pensa che questo è un bellissimo articolo! Un argomento che offre un ottimo spunto di profonda riflessione e su cui faremmo tutti bene a soffermarci più spesso…
Approvo con trasporto e convinzione i concetti espressi.

17 05 2010
Luigi Miano

Buongiorno Giacomo il suo articolo è profondo e molto toccante. Sto preparando questo argomento che tratterò in una conferenza che terrò il 3 giugno a Roma. Una dell tematiche sarà proprio quella del rispecchamento e dell’empatia ed ho trovato molto in sintonia questo suo articolo.
la saluto con affetto

Luigi Miano

21 04 2013
related website

you are really a good webmaster. The web site loading pace is incredible.
It kind of feels that you are doing any unique trick.
In addition, The contents are masterpiece. you have performed a magnificent process on this matter!

9 07 2013
Lift and glow Pro

Since the admin of this web page is working, no hesitation very shortly it will be
famous, due to its feature contents.

22 07 2013
Acai Energize Plus

Every weekend i used to go to see this site, for the reason that i wish for enjoyment, for the reason that this this web site conations really nice funny stuff
too.

29 07 2013
Sapphire Ecig

Asking questions are actually pleasant thing if you are not understanding something
fully, except this paragraph gives good understanding yet.

3 08 2013
Revitalize Skin Care Product

My relatives always say that I am killing my time here at net, except I know I am getting know-how all the
time by reading such good articles or reviews.

4 08 2013
Garcinia Cambogia Formula

Wonderful beat ! I wish to apprentice while you amend your
website, how can i subscribe for a blog site? The account aided me a acceptable deal.
I had been tiny bit acquainted of this your broadcast provided bright clear idea

5 08 2013
Pur Essence Anti Wrinkle

I am regular reader, how are you everybody? This paragraph posted at this web site is really pleasant.

2 10 2013
Beaudify

What’s Happening i’m new to this, I stumbled
upon this I’ve discovered It absolutely helpful and it has aided me out loads.

I am hoping to give a contribution & aid different customers like its aided me.

Great job.

6 05 2014
brisbane lawyers employment discrimination

brisbane lawyers employment discrimination

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

14 05 2014
existing aging signs

existing aging signs

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

16 05 2014
bellavei skin

bellavei skin

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

5 08 2014
Fat cells

Fat cells

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

23 09 2014
garcinia weight loss

garcinia weight loss

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

8 11 2014
garcinia hca premium price for bonds

garcinia hca premium price for bonds

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

15 11 2014
lipo g3 And regular rx colon

lipo g3 And regular rx colon

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

25 02 2015
Continue Here For More

Continue Here For More

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

10 03 2015
Mother's day in uk

Mother’s day in uk

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

6 10 2015
iphone spy software no jailbreak

iphone spy software no jailbreak

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

18 10 2015
Emeliaisom8058364.wordpress.com

Emeliaisom8058364.wordpress.com

EMPATIA: UN ANTIDOTO | Giacomo Korn

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: