AD UN “ANTISEMITA”

17 04 2008

Mi rivolgo a te come persona che, in quanto tale, ha certamente dei “sentimenti”: non solo di odio sordo, inspiegabile, ottuso, fine a se stesso.

Mi rivolgo a te, che non sei ebreo solo per caso, non per scelta né per proprio merito o demerito.

Mi rivolgo a te che hai certamente un padre ed una madre, forse dei fratelli e dei nipoti, certamente degli amici. Pensa solo al dolore che proveresti se venisse fatto del male, fisico o psicologico, ad uno di essi.

Mi rivolgo a te per chiederti se non è un’azione da “vigliacchi”, non certo da uomini forti, essere nel “branco” solo per sentirsi superiori. E’ semplice far del male ad un essere indifeso (bambino, donna, handicappato, sia pure un adulto, ma che può fare da solo contro il “branco”?). Pensa se tu  fossi alla mercè di altri. Se tu fossi la vittima, non il carnefice: non hai mai pensato a questa eventualità? Attento: potrebbe verificarsi. Non provi vergogna nell’esternare questo tuo tipo di “forza”?

 

Tu sei sostanzialmente un vigliacco, poiché la tua forza sta solo nelle mani che serrano un’arma, nell’essere sempre in “branco” (mai da solo!), nel manifestare i propri sentimenti (?!) di avversione contro gli ebrei stando sempre “nell’ombra” (di cimiteri, di Sinagoghe non presidiate, di muri fuori dagli sguardi degli altri), nel rivolgere l’attenzione esclusivamente verso i deboli e gli indifesi.

Mi rivolgo a te, che sei antisemita non perché stupido, ma in quanto totalmente imbevuto di pregiudizi, incapace di usare il cervello criticamente, di confrontarti con chi ha altre opinioni, malvagio, fondamentalmente sadico. Far del male è la tua unica missione. Che vivere è questo? Probabilmente sarai anche “formalmente religioso”.

Chi semina odio diffonde un “cancro” nell’Umanità. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: morte, distruzione, imbarbarimento. Questo vogliamo lasciare in eredità alle generazioni future?

Mi rivolgo a te, che non sei uno ottuso. L’intelligenza, infatti, è come la scienza: né buona né cattiva,  dipende essa solo dall’uso che se ne fa. Vi sono individui che, come te, vivono unicamente  per far del male, accecati da qualcosa che va ben oltre all’odio (che, tutto sommato, ha sempre una motivazione, più o meno razionale, una reazione a torti subiti).  Tu disprezzi chi da te ha ricevuto solo male, ma a te non ha mai fatto nulla. Tu hai inventato la “diversità” dell’Ebreo, l’hai voluta te coscientemente ed in mala fede. L’Ebreo non è un angelo come non è un diavolo. E’ una persona come tutte le altre che professa una sua religione, in cui crede. Quante Fedi ci sono al Mondo? L’Ebraismo non fa proselitismo: ciò dimostra che non vuole imporre nulla a nessuno. Ma l’Ebreo vuole essere libero di professare la sua Fede, come ogni altro essere umano. Né più, né meno.

Mi rivolgo a te, che neghi l’esistenza della “soluzione finale” voluta e portata avanti da Hitler e che, solo grazie a persone totalmente differenti da te,  non ha potuto compiersi appieno. Pensa solo  se, invece di essere nato “non ebreo”, tu (tuo padre, tua madre, i tuoi fratelli, i tuoi nipoti) ti fossi trovato là dove neghi (in mala fede, e tu lo sai!) vi sia stato l’inferno: non altrove, ma sulla terra.    

Mi rivolgo a te, politicamente di destra o di sinistra: non ha alcuna rilevanza. L’antisemitismo sta da ogni parte, e ciò dimostra ancora di più la perfetta “mala fede” su cui si fonda. Gli ebrei, per “quelli” di destra, sono tutti bolscevichi, degli sporchi comunisti. Per “quelli” di sinistra, invece, sono tutti capitalisti, plutocrati: l’esatto contrario di ciò che viene loro addebitato da quelli di destra. Che cosa sarebbe successo in Italia, ad esempio, se al vertice di una Cirio, di una Parmalat ci fosse stato un ebreo? Ed a capo della ENRON chi c’era? E se Berlusconi, Bill Gates fossero stati Ebrei: apriti Cielo!

Mi rivolgo a te, che per combattere gli ebrei, ti sei “inventato” (e tutt’ora continui a farlo) documenti falsi a dimostrazione (!) di inesistenti “complotti mondiali” contro l’umanità. Per eliminare gli ebrei, hai sempre addotto a pretesto la loro volontà (palesemente indimostrabile!) di dominio del mondo. Che bell’alibi per compiere ogni possibile nefandezza. Uccidere il “caprio espiatorio” è sempre stato il motivo unico del tuo vile agire.

 

Mi rivolgo a te, che non puoi essere mosso da puro odio, un sentimento che trae la sua essenza dalla “reazione” a torti o malvagità subite direttamente o indirettamente. Non è certamente il tuo caso!

Mi rivolgo a te, che ti senti di razza (???) “superiore”, e non comprendi che è proprio questo pensiero che fa di te un “essere inferiore”, arido, privo di sentimenti, malvagio.

La crudeltà di cui spesso si sono macchiati gli antisemiti fa torto agli “animali”, se ad essa si tendono ad accomunare. Le bestie non discernono il bene dal male: devono solo sopravvivere e riprodursi. L’unico essere vivente veramente crudele (perché è ben conscio di quel che fa) è l’uomo.

Mi rivolgo a te ed ai tuoi pari che siete colmi di ostilità e livore verso chi ha da voi solo avuto uccisioni, umiliazioni, derisioni. Vergogna!

 

Mi rivolgo a te, che rinfacci agli ebrei di essere degli usurai, solo per il fatto che quelli come te avevano “negato loro” ogni possibile attività che non fosse quella di dare denaro a prestito. 

Io ritengo, tuttavia, che qualche antisemita (tu?) nutra anche dei sentimenti. A nulla vale rivolgersi a chi è in perfetta mala fede, chi vive di preconcetti, e li costruisce ad arte. Sono solo tempo ed energie persi.

Io cerco di rivolgermi a chi può comprendere che il male fatto agli Ebrei, potrebbe essere quello fatto alla propria madre, al padre, ai fratelli, ai nipoti, agli amici dell'”antisemita”. Questa persona dovrebbe, allora, essere assalita da un orrore senza pari, incontenibile!

 

Facciamo in modo che l’inferno non sia su questa terra dove tutti potremmo vivere serenamente in pace. Non seminiamo odio: chi è credente (ed anche alcuni antisemiti lo sono) sa che questa è una bestemmia contro Dio!

Come ti comporteresti se, a te o ai tuoi, fosse stato fatto quello che hanno dovuto subire gli Ebrei?

Non ti vergogni?

Roma, 29.02.2008

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: